salta la barra


Comune di Prato
indietro
Avvertenze e fonti

Avvertenze e fonti sulla sezione "Censimento 2011 - Popolazione e Abitazioni"

Segni convenzionali

Nelle tavole statistiche sono stati utilizzati i seguenti segni convenzionali:
Linea (-):
a) quando il fenomeno non esiste ;
b) quando il fenomeno esiste ma i casi non si sono verificati.

Tre puntini (...):
Quando il fenomeno esiste, ma i dati non si conoscono.

Popolazione di riferimento

La diffusione dei dati provvisori riguarda la sola popolazione residente in famiglia, ovvero sono escluse le persone residenti nelle convivenze (insieme di persone senza vincolo di matrimonio, parentela, affinità, che conducono vita in comune - istituti assistenziali, di cura, conventi, carceri ...).
L'ambito territoriale di riferimento è il comune di Prato.

Data di riferimento

I dati si riferiscono alla data del XV CENSIMENTO della POPOLAZIONE: 9 Ottobre 2011.

Dati rettificati

I dati che non coincidono con quelli pubblicati precedentemente si intendono rettificati

Glossario

ABITAZIONE: locale (o un insieme di locali) destinato stabilmente ad uso abitativo; separato (cioè circondato da pareti e coperto da un tetto); indipendente (cioè dotato di almeno un accesso indipendente dall’esterno o da spazi di disimpegno comune – strada, cortile, scale, pianerottoli, ballatoi, terrazze, ecc. – ovvero un accesso che non comporti il passaggio attraverso altre abitazioni); inserito in un edificio (o che costituisca esso stesso un edificio).

ALTRO TIPO DI ALLOGGIO: alloggio che non rientra nella definizione di abitazione (perché mobile, semipermanente o improvvisato), occupato da una o più persone come dimora abituale o temporanea alla data del censimento (come, ad esempio, roulotte-caravan, tenda, camper, baracca, capanna, grotta, garage, cantina, stalla, ecc.).

CONVIVENZA: insieme di persone che, senza essere legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità esimili, conducono vita in comune per motivi religiosi, di cura, di assistenza, militari, di pena e simili. Le persone addette alla convivenza per ragioni di lavoro, se vi convivono abitualmente, sono considerate componenti residenti della convivenza purché non costituiscano famiglia a sé stante. I principali tipi di convivenza sono: istituti d'istruzione, istituti assistenziali, istituti di cura pubblici e privati, istituti penitenziari, convivenze ecclesiastiche, convivenze militari e di altri corpi accasermati, alberghi, pensioni, locande e simili, navi mercantili, altre convivenze (ad esempio, case dello studente, dormitori per lavoratori, ecc.).

FAMIGLIA: insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela, o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso comune (anche se non sono ancora iscritte nell'anagrafe della popolazione residente del comune medesimo). Una famiglia può essere costituita anche da una sola persona. L'assente temporaneo non cessa di appartenere alla propria famiglia sia che si trovi presso altro alloggio (o convivenza) dello stesso comune, sia che si trovi in un altro comune.

OCCUPATI:
- hanno effettuato una o più ore di lavoro retribuito alle dipendenze o in modo autonomo, svolgendo un’attività di tipo abituale, occasionale o stagionale indipendentemente dalla continuità e dall’esistenza di un regolare contratto di lavoro;
- hanno effettuato una o più ore di lavoro in qualità di coadiuvanti familiari anche senza essere pagati (chi collabora con un familiare che svolge un’attività in conto proprio, senza avere un rapporto di lavoro regolato da un contratto -ad es. moglie che aiuta il marito negoziante, figlio che aiuta il padre agricoltore);
- i tirocinanti e stagisti che percepiscono una retribuzione o un compenso non monetario purché continuativo (buoni pasto, ricarica cellulare, buoni benzina, ecc.).

PERSONE IN CERCA DI OCCUPAZIONE: nella settimana di riferimento della rilevazione non hanno lavorato, né hanno un lavoro dal quale erano assenti e che:
- hanno effettuato almeno un'azione attiva di ricerca di lavoro nelle quattro settimane precedenti l'intervista e sono disponibili a lavorare (o ad avviare un'attività autonoma) entro le due settimane successive;
- coloro che inizieranno un lavoro entro tre mesi dalla settimana di riferimento e sarebbero disponibili a lavorare (o ad avviare un'attività autonoma) entro le due settimane successive.

PERCETTORE/TRICE DI UNA O PIU' PENSIONI PER EFFETTO DI ATTIVITA' LAVORATIVA PRECEDENTE: chi percepisce una o più pensioni di anzianità/vecchiaia o invalidità. Tali prestazioni vengono corrisposte per effetto dell’attività lavorativa svolta dalla persona protetta, al raggiungimento di determinati limiti di età anagrafica, di anzianità contributiva e in presenza di una ridotta capacità di lavoro. In questa categoria sono incluse anche le pensioni indennitarie costituite da rendite per infortuni sul lavoro o malattie professionali

PERCETTORE/TRICE DI REDDITO DA CAPITALE: chi riceve un reddito, una rendita o un guadagno derivante da proprietà, investimenti, interessi, affitti, royalty, ecc.

STUDENTE/SSA: chi si dedica prevalentemente allo studio.

CASALINGA/O: chi si dedica prevalentemente alle cure della propria famiglia e della propria casa.

PERSONA IN ALTRA CONDIZIONE: chi si trova in una condizione diversa da quelle sopra elencate (ad esempio pensionato per motivi diversi dall’attività lavorativa, titolare di pensione sociale, ecc.)

POPOLAZIONE RESIDENTE: è costituita dalle persone aventi dimora abituale in ciascun comune, anche se alla data del censimento sono assenti perché temporaneamente presenti in altro comune italiano o all’estero.

POPOLAZIONE NON DIMORANTE ABITUALMENTE: è costituita dalle persone che non hanno dimora abituale nell'alloggio di riferimento, ma che vi sono iscritti come temporaneneamente presenti (ad esempio: persone presenti per turismo, lavoro, studio, vacanza, trattamenti medici, in visita a parenti e amici, ecc.).

Utilizzo dei dati

E’ consentito avvalersi dei dati, purché ne sia indicata chiaramente la fonte.

Elenco delle fonti

Istat - Dati definitivi del XV CENSIMENTO DELLA POPOLAZIONE - Elaborazione a cura dell'Ufficio di Statistica del Comune di Prato



Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 27.08.2015
 indietro inizio pagina